Loading...

Brevetto

I prodotti Aktiv-E sono brevettati secondo le due seguenti domande di brevetto:

La domanda di brevetto n° MI2011A000940 (domanda concessa) della linea Aktiv-E ci permette un ambito di esclusiva rispetto alla rivendicazione di avere una formula  per la detergenza e la cura dei veicoli che comprende almeno un prodotto UV fluorescente ed acqua e/o almeno un liquido miscibile con acqua, come additivo nei prodotti destinati alla detergenza ed alla cura dei veicoli.

La domanda di brevetto n° MI2013A000782 (in corso di concessione) della linea Aktiv-E ci permette un ambito di esclusiva rispetto alle rivendicazioni sotto riportate.

Alcune rivendicazioni delle più importanti sono:

  1. L’impiego di una formula per la detergenza e la cura dei veicoli che comprende almeno un componente enzimatico e/o microrganismo, per la detergenza dei veicoli negli impianti di autolavaggio.
  2. Inoltre tale impiego del punto 1 è caratterizzato dal fatto che detti veicoli sono scelti tra autovetture, autocarri, autotreni, autobus.


Che cosa è una domanda di brevetto.

La domanda contiene informazioni sul titolo dell’invenzione, la data del deposito, la data di priorità (se si rivendica una priorità interna o estera) e i dati anagrafici, quali il nome dell’inventore e il nome e l’indirizzo del richiedente. 
Ogni domanda di brevetto deve avere per oggetto una sola invenzione o modello d’utilità. Questa limitazione riguarda il cosiddetto criterio di unità d’invenzione, in mancanza della quale il richiedente può limitare le rivendicazioni ed eventualmente depositare una o più domande di brevetto (domanda divisionale). Se la domanda comprende più invenzioni, anche l’UIBM può intervenire d’ufficio, invitando l’interessato a limitare tale domanda a una sola invenzione, con facoltà di presentare, per le rimanenti invenzioni, altrettante domande, che avranno effetto dalla data della domanda primitiva.
E' consentito a chi richiede un brevetto per invenzione industriale di presentare contemporaneamente domanda di brevetto per modello di utilità. E’ l’Ufficio a valutare se la domanda è concedibile come invenzione o come modello di utilità una volta che sono stati valutati tutti i requisiti. E’ inoltre possibile convertire la domanda di brevetto da invenzione a modello di utilità o viceversa.

Rivendicazioni domanda di brevetto.

Le rivendicazioni determinano l’ambito di protezione richiesta. L’art. 52 del CPI dispone espressamente che “nelle rivendicazioni è indicato ciò che si intende debba formare oggetto del brevetto. I limiti della protezione sono determinati dalle rivendicazioni”: ecco perché occorre fare estrema attenzione alla loro redazione. E' su di essa che si fonda l’interpretazione del brevetto e la valutazione della sua forza.

Alcune rivendicazioni delle più importanti sono:
L’impiego di una formula per la detergenza e la cura dei veicoli che comprende almeno un componente enzimatico e/o microrganismo, per la detergenza dei veicoli negli impianti di autolavaggio. Inoltre tale impiego del punto 1 è caratterizzato dal fatto che detti veicoli sono scelti tra autovetture, autocarri, autotreni, autobus.

Pubblicazione domanda di brevetto.

La domanda di brevetto viene resa accessibile 18 mesi dopo il primo deposito della stessa. Il titolare del brevetto può, tuttavia, richiederne la pubblicazione anticipata (comunque, non prima di 90 giorni dal deposito). 
Concessione. Se la procedura di esame si conclude positivamente, l’UIBM emette il relativo attestato di concessione. Ai sensi dell’art. 53 del CPI, con la concessione del brevetto sono conferiti i diritti esclusivi considerati dal Codice. Gli effetti del brevetto però, decorrono dalla data in cui la domanda con la descrizione e gli eventuali disegni è resa accessibile al pubblico. 
Decorso il termine di 18 mesi dalla data di deposito della domanda oppure dalla priorità, ovvero dopo 90 giorni dalla data di deposito della domanda se il richiedente ha dichiarato nella domanda stessa di volerla rendere immediatamente accessibile al pubblico, l’Ufficio pone a disposizione del pubblico la domanda e gli allegati. 
Nel caso in cui il richiedente voglia che la domanda di brevetto abbia effetti nei confronti di un terzo determinato in data ancora antecedente, può notificargli la domanda di brevetto e, in questo caso, gli effetti della domanda nei confronti del soggetto notificato decorrono dalla data della notifica.

Per maggiori informazioni: www.uibm.gov.it/index.php/brevetti
Per maggiori informazioni sullo stato delle domande di brevetto visitate il sito: www.uibm.gov.it/uibm/dati



 Vda  Torna alla Home Tecnologia Professionale